ex industria

Un team di progettazione costituito da architetti studiosi e appassionati del patrimonio industriale che hanno maturato una visione multidisciplinare di approccio agli interventi di tutela, riuso e valorizzazione.

EXINDUSTRIA ha affinato la propria visione nella ricerca accademica e nella collaborazione con enti e associazioni locali piemontesi e italiane e reti nazionali e internazionali di cultori della materia e operatori.

EXINDUSTRIA adotta un approccio operativo che, partendo dal presupposto che il ciclo di vita di una costruzione non debba necessariamente concludersi con l’abbandono e la demolizione, esplora l’elevato potenziale di edifici e strutture industriali, una volta dismesse, di rigenerarsi reinterpretando se stesse: sin dalla concezione, per la loro configurazione tipologica, esse sono infatti caratterizzate da un’elevata flessibilità che le rende adatte a ospitare anche temporaneamente le funzioni più varie.

EXINDUSTRIA accompagna con strumenti di confronto gli stakeholders nella scelta sull’opportunità o meno – in ogni accezione del termine – di conservare le testimonianze fisiche del patrimonio industriale, quali conservare e come conservarle, valutandone tutti i possibili caratteri di interesse e il potenziale di riuso come motore del processo di rigenerazione dell’area, in un’ottica di sostenibilità ambientale, economica e sociale, alla luce di scenari differiti nel tempo, considerando tutte le possibili modalità di intervento: dalla ruderizzazione controllata al restauro, dalla trasformazione alla semplice demolizione.

EXINDUSTRIA promuove la creazione o la partecipazione a reti di luoghi e persone del patrimonio industriale allo scopo di scambiarsi idee, esperienze, competenze, creare sinergie per i più vari scopi, delineare e pianificare strategie condivise per problematiche comuni, ma anche allo scopo di definire o ridefinire l’identità del luogo in un quadro locale, nazionale e internazionale.

Manuel Fernando Ramello

Architetto phD

Diplomato del Master in Conservazione, gestione e valorizzazione del patrimonio industriale presso l’Università degli Studi di Padova. Ha conseguito il dottorato di ricerca in innovazione tecnologica per l’ambiente costruito presso il Politecnico di Torino.

Dal 2002 svolge attività di ricerca sui temi della tutela e valorizzazione del patrimonio industriale alternando la libera professione a collaborazioni continuative con enti di ricerca. È docente a contratto di Tecnologia dell’architettura al Politecnico di Torino e di Rigenerazione Urbana al Master in Conservazione, gestione e valorizzazione del patrimonio industriale – MPI dell’Università di Padova. È vicepresidente AIPAI – Associazione Italiana per il Patrimonio archeologico industriale, condirettore della rivista semestrale AIPAI “Patrimonio Industriale” e membro del Comitato di coordinamento della rete nazionale dei parchi e musei minerari italiani (ReMi) e del comitato di gestione del premio Federico Maggia.

Nel 2017 fonda con Alessandro Depaoli lo studio di progettazione EXINDUSTRIA dedicato ai temi del patrimonio industriale.

Alessandro Depaoli

Architetto

Diplomato del Master in Conservazione, gestione e valorizzazione del patrimonio industriale – MPI dell’Università di Padova, sin dalla laurea presso il Politecnico di Torino si occupa di progetti di tutela e valorizzazione dell’architettura cosiddetta minore.

Nel 2017 è cofondatore con Manuel Ramello dello studio EXINDUSTRIA dove esplora i temi del riuso del patrimonio industriale.

Dal 2018 collabora a progetti innovativi per il recupero di borgate montane piemontesi.

Damiana Sarah Russo

Architetto

Dal 2016 si occupa di rigenerazione urbana e beni comuni, prima all’interno del Servizio Arredo Urbano, Rigenerazione Urbana e Integrazione della Città di Torino, poi con il progetto di ricerca Social Beauty per la rigenerazione dei quartieri San Salvario e Borgo Filadelfia a Torino.

Nel 2017 frequenta il Master in Conservazione, gestione e valorizzazione del patrimonio industriale – MPI dell’Università di Padova.

Dal 2018 collabora con lo studio EXINDUSTRIA.